Ogni fiore ha la sua goccia di rugiada   

Ogni fiore ha il suo profumo

Ogni erba ha la sua virtu' segreta

                                                CANTO AFRICANO

Se non speri più, fermati e guarda un filo d'erba:

guarirai dal tuo male.

                                                PROVERBIO TURCO

Cosa e' l'aromaterapia? Cosa sono le essenze???

Gli olii essenziali sono l'anima delle piante, quando sfreghiamo una foglia tra le dita, essa ci rilascia il suo profumo, la sua anima. Differente da pianta a pianta l'olio essenziale e' detta anche essenza aromatica.

Ogni pianta emana l'olio essenziale in momenti diversi e da parti diverse della stessa, ad esempio la Lavanda ha la maggior parte di olio nelle sommità fiorite e nei suoi frutti, il Sandalo nel legno la rosa nei petali e così via.

Mi piace la definizione di aromaterapia che ho trovato in un libro :

l'aromaterapia è una amica che si prende cura della nostra mente e del nostro corpo con degli olii essenziali ricavati da quanto di più profumato esiste nel mondo vegetale, inondandoci così la casa di fragranze gradevolissime.

Un metodo per utilizzare ad esempio le essenze o meglio, la parte del fiore contenente l'essenza e' il cosiddetto sacchetto o cuscino. Ad esempio uno dei prodotti della azienda sono i sacchetti di Lavanda che permettono di profumare i cassetti e allo stesso tempo hanno una funzione di antitarme!

 

 

 

 

L'olio essenziale si ricava in diversi modi :

bulletDistillazione diretta
bulletDistillazione in circolazione di vapore
bulletSpremitura
bulletDistillazione sotto vuoto

In considerazione prenderò solamente la distillazione in circolazione di vapore, in quanto al momento l'unica utilizzata per ricavare l'essenza.

Innanzitutto le essenze vengono classificate come oli, ma non dobbiamo accomunarle all'olio classico, contengono diversi principi attivi alcuni dei quali profumatissimi, ma la loro azione non si ferma appunto al profumo.

L'olio di Lavanda ha proprietà analgesiche per i mal di testa e in caso di tosse, miscelandolo con l'olio extravergine si ottiene un composto ottimo per frizionare il petto.

Il distillatore

Il distillatore, solitamente e' in rame o acciao (per le essenze) oppure acciaio inox o rame stagnato, nel caso di prodotti destinati ad uso interno.

E' composto da un fornello , un serbatoio, una serpentina, un serbatoio di condensazione ed infine il raccoglitore.

Fornello

Solitamente si usa un fornello ad alcool in quanto non annerisce il fondo del serbatoio, ma e' possibile utilizzare anche un becco Bunsen oppure il classico fornello da cucina, con il rischio però di annerire, appunto, il fondo del serbatoio se la fiamma ha proprità ossidanti.

Serbatoio

Il serbatoio, e' come una specie di pentola a pressione, ha una valvola di sfogo, un attacco per la serpentina ed infine al suo interno ha una griglia per separare l'acqua dal prodotto che verrà distillato nel caso della "circolazione di vapore".

Serpentina ,serbatoio di condensazione e raccoglitore

La serpentina raccoglie il vapore che sprigionatosi dall'ebollizione dell'acqua attraversa il prodotto destinato all'estrazione rompendo le cellule che contengono gli oli, sottraendo quest'ultimo. La circolazione di vapore, non deteriora l'essenza che mantiene intatte le sue proprietà. Una parte della serpentina è immersa nel serbatoio di condensazione, che contiene acqua fredda, questo serbatoio serve a raffreddare repentinamente il vapore con l'olio (evitando appunto che questo bruci). L'acqua deve essere mantenuta ad una temperatura relativamente bassa cioè 15-20°C in modo che la condensazione sia efficiente e non si disperda essenza. L'uscita della serpentina porta ad un raccoglitore che puo' essere un imbuto separatore, cioe' un serbatoio con un rubinetto sul fondo, in quanto il prodotto della distillazione e' acqua e olio essenziale. L'olio ha un peso specifico inferiore a quello dell'acqua distillata, quindi galleggia vistosamente, aprendo il rubinetto dell'imbuto separatore l'acqua esce e resta l'essenza che si può a questo punto mettere nelle boccette con contagocce. Solitamente l'acqua e' profumata e personalmente la utilizzo o per rabboccare il distillatore oppure la spruzzo sulle rose in quanto l'acqua di Lavanda tiene lontani gli afidi.